consulente ambientale1

Il software per la gestione dei Registri di carico e scarico dei rifiuti.

Informatica EDP da oltre 30 anni si occupa di software per la gestione integrata di ambiente, qualità e sicurezza.
Nell’ambito della gestione rifiuti in particolare, è presente sul mercato con il software PrometeoRifiuti.
Prometeo è un software completo che assolve alle richieste normative per la parte di gestione del registro, del formulario, MUD.

Prometeo fornisce inoltre all’azienda una serie di moduli che, come le tessere di un puzzle, vanno a comporre l’intera gestione: i preventivi ed i contratti, i ddt e le fatture, lo scadenzario e le analisi chimiche, le cernite, i trattamenti, la movimentazione del magazzino materie prime, la manutenzione degli impianti e degli automezzi, la contabilità e molto altro ancora.
Questa modulazione consente a Prometeo di poter essere utilizzato da tutte le realtà aziendali: dal piccolo produttore al grande impianto, dai trasportatori conto proprio ai conto terzi, dagli intermediari ai consulenti.
Uno dei punti di forza di Prometeo è la sua semplicità d’uso, anche grazie ad un’ innovativa interfaccia che guida l’utente all’immissione dei dati, limitandone gli errori e velocizzando i caricamenti.
E’ possibile ad esempio definire l’elenco dei propri codice CER di gestione, abbinando a ciascuno di essi i valori tipici, in modo che possano essere proposti automaticamente dal sistema.
Delle comode utility consentono inoltre il passaggio automatico dei dati: dal registro al formulario alle fatture, evitando ridondanza di caricamenti.
Prometeo è anche interfacciato al Sistri grazie all’interoperabilità. Inserendo i dati su Prometeo, questi vengono spediti automaticamente al sito del Sistri.
Informatica EDP pone particolare attenzione all’assistenza al cliente, seguendolo in modo diretto sin dalla prima installazione e tenendolo aggiornato su tutte le evoluzioni normative, il software è distribuito su tutto il territorio nazionale.
Accedendo al sito internet http://www.softwarerifiuti.com, viene data la possibilità di scaricare la demo gratuita dell’applicativo che può essere provato per 1 mese in tutte le sue funzionalità.

read more

Approfondisci

consulente ambientale

CLP: Scadenza deroga “prodotti a scaffale”

Il prossimo 1° giugno 2017 scadrà la deroga definita dal Regolamento CLP nell’Articolo 61, paragrafo 4, ovvero: “In deroga al secondo comma dell’articolo 62 del presente regolamento, per le miscele classificate, etichettate e imballate in conformità della direttiva dei preparati pericolosi (Direttiva 1999/45/CEE) e già immesse sul mercato prima del 1° giugno 2015 non vale l’obbligo di essere rietichettate e reimballate in conformità del regolamento CLP fino al 1° giugno 2017”.

read more

Approfondisci

AMINATO-INCENTIVI

Il trasporto ADR di rifiuti di amianto

L’amianto è un minerale naturale a base di silicati, appartenente alle serie mineralogiche del serpentino e degli anfiboli: crisotilo (o amianto bianco), amosite (o amianto bruno), crocidolite (o amianto blu), tremolite, antofillite e actinolite.

La produzione e la lavorazione dell’amianto è fuori legge in Italia dal 1992, e per valutare l’assenza di amianto nei pannelli è necessario eseguire analisi chimiche dedicate.

Il Regolamento CLP colloca l’amianto al numero EINECS 650-013-00-6, che comprende tutte le forme di asbesto presenti, classificandole come cancerogene di categoria 1 A con codici di identificazione di pericolo H350 (può provocare il cancro) e H372 (provoca danni agli organi per esposizione prolungata o ripetuta).

read more

Approfondisci

ADR_RID

Il trasporto di merci pericolose in Italia e UE nel triennio 2013-2015

Una delle domande che spesso mi pongo è quali e quante siano le merci pericolose trasportate ogni anno in Italia. Il sito Eurostat è in grado di fornire i dati sufficienti per scattare una fotografia sommaria della situazione del trasporto di merci pericolose in Italia e in UE per il periodo 2013-2015.

In tabella 1, vengono riportate le quantità (espresse in TKM, milioni di tonnellate per Km) di merci pericolose trasportate in Italia (su strada e per ferrovia) e in UE (strada). L’analisi non prevede le materie radioattive per mancanza di dati.

read more

Approfondisci